La fragilità merita amore - Veneto magazine

La fragilità merita amore

Un percorso dedicato alle persone fragili che, senza dolore, rischio o paura, possono usufruire di cure ad hoc attraverso la gestione integrata di più specialisti: è all’Ospedale di Belluno che la Dottoressa Federica Celato, in collaborazione con l’Unità Operativa di Anestesia, porta avanti nuovi importanti traguardi.

Da quasi 20 anni, l’Ospedale di Belluno è un’eccellenza in questo tipo di cure, ci racconta come è nata questa realtà e come opera?
Come tutte le esperienze che ti toccano e ti cambiano la vita, è nata un po’ per caso e un po’ per scommessa. Sentivo la necessità di dare un significato più profondo alla mia professione così, quando il mio socio, il Dott Alessandro Zovi, mi ha informata del concorso per le ore di odontoiatria all’Ospedale di Belluno, ho deciso di provare, reduce dell’esperienza universitaria con persone fragili maturata all’Ospedale di Pieve di Sacco. Ho subito capito quanto le persone fragili avessero da dare a me piuttosto che il contrario: donne e uomini che vivono solo di presente, senza pensiero nel passato o nel futuro. Persone che quando si affidano lo fanno solo di cuore o ‘di pancia’ (come dico spesso). Ho studiato molte cose circa le persone fragili, ma, oltre alle accortezze mediche relative alle patologie, sono loro stesse e il loro sentire che mi guidano nella mia attività.
Il Dottor Marson, primario dell’Unità Operativa di Anestesia ora in pensione, accanto ai pazienti in primis e al personale infermieristico che mi ha seguito e supportato nel progetto mi hanno dato grande libertà e fiducia e l’ambulatorio è cresciuto anche grazie a loro.

Queste cure odontoiatriche mini-invasive sono possibili grazie ad un Team di specialisti. Come funziona questa stretta collaborazione con l’Unità Operativa di Anestesia?
La prima visita ha una grande importanza per distinguere i pazienti collaboranti che riesco a fare alla poltrona e quelli non collaboranti che porto in sala operatoria. Nella primavera del 2021, grazie al sostegno del Dottor Mazzon e del Dottor Bucciarelli, ho portato avanti il progetto della sedazione profonda. Prima di allora, i pazienti non collaboranti venivano trattati unicamente con anestesia generale intubata. Oggi, dopo valutazione anestesiologica, alcuni pazienti possono essere trattati con sedazione profonda mantenendo la respirazione spontanea, con minore costo biologico. Un grande traguardo per i pazienti ed i loro famigliari che vivono con ansia l’intervento in anestesia generale. Grazie a questo approccio, riusciamo a trattare tutti i pazienti fragili sia ambulatorialmente che, dove non possibile, in sala operatoria con ricovero in day hospital.

Lei segue anche la Clinica Dentale Feltrina a Feltre assieme al Dottor Alessandro Zovi, com’è strutturato lo studio e che servizi offre ai pazienti?
La mia attività privata si svolge nello studio di Feltre da 15 anni. Qui l’attività odontoiatrica spazia in molti ambiti: implantologia, ortodonzia, protesi, chirurgia, estetica, pedodonzia, conservativa. Anche qui pongo attenzione alle fobie dei miei pazienti utilizzando, dove richiesto, la sedazione cosciente con protossido di azoto che permette di affrontare interventi odontoiatrici senza la componente ansiosa.

ARTICOLI CORRELATI

SEGUICI SUI SOCIAL

Veneto Magazine

Un nuovo progetto editoriale ideato da Mara Dal Cin e Fabrizio Ditadi nato per valorizzare le località e le eccellenze più suggestive ed esclusive della regione Veneto.

Registrazione al Tribunale n.305/22
N°iscrizione ROC 39548
ISSN 2974-9468
Linea Edizioni

Ultimi articoli

  • All Posts
  • Architettura
  • Eventi & Spettacolo
  • Food & Beverage
  • Moda & Design
  • Salute
  • Sport
  • Viaggi

Legale

Questo è il blog di Veneto Magazine, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Treviso.

In quanto tale non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N.62 del 07.03.2001 Tutte le notizie ricevute sono sottoposte ad un processo formale di valutazione redazionale volto a verificare il contenuto degli articoli inviati. Parte delle immagini usate in questo blog proviene dalla rete e i diritti d’autore appartengono ai rispettivi proprietari.

© 2023 Veneto Magazine | Privacy policy | Cookie policy

Sito realizzato da Memento Comunicazione